Mondi Connessi: la migrazione femminile dalla Nigeria all’Italia e la sorte delle donne rimpatriate.

May 16, 2019

La migrazione femminile dalla Nigeria all’Italia e la sorte delle donne rimpatriate.

 

È la violenza di genere il fattore principale che spinge le donne nigeriane a lasciare il proprio Paese per raggiungere l’Italia, diventando vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale.

 

Un vero e proprio “fattore di espulsione” che relega la donna ai margini della società nigeriana fino a costringerla alla partenza. È quanto emerge dal rapporto “Mondi connessi. La migrazione femminile dalla Nigeria all’Italia e la sorte delle donne rimpatriate”, realizzato da ActionAid insieme a BeFree, cooperativa contro tratta, violenze e discriminazioni, analizzando 60 verbali di audizioni di donne nigeriane segnalate come presunte vittime di tratta presso la Commissione territoriale di Roma, tra il 2016 e il 2017, per il riconoscimento della protezione internazionale.

 

 

La ricerca si focalizza sull’analisi della migrazione femminile nigeriana in Italia, con una particolare attenzione alla tratta di esseri umani ai fini dello sfruttamento sessuale.

 

Quest’ultima rappresenta un fenomeno dalle dinamiche complesse e mutevoli, spesso sommerso e reso ancora più invisibile dalle politiche migratorie attuate dai governi, che più che alla tutela dei diritti umani si focalizzano sulla protezione della “Fortezza Europa”.

 

 

La ricerca è scaricabile da questo indirizzo:

https://www.actionaid.it/app/uploads/2019/04/Nigeria_Mondi_Connessi.pdf

 

 

Please reload

 Latest news (EN + IT) 
Please reload

Archive (EN + IT)
Please reload

Search tags