2006-2008

Finanziato da: EC - DG Justice, Freedom and Security

Capofila: Associazione TAMPEP

Partner: Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute (IT), Associazione Penelope (IT), Associazione Humanitas (NL), Associazione Nea Zoi (GR)

TURNAROUND

  • Progetto finanziato nell’ambito delle azioni preparatorie volte a sostenere gli sforzi degli Stati Membri nel migliorare le politiche di rimpatrio di immigrati irregolarmente permanenti sul territorio.

    Beneficiarie di Turnaround sono le donne nigeriane, illegalmente residenti nel territorio dei Paesi Europei partner del progetto, che si trovano in procinto di rientrare in Nigeria come conseguenza di una propria scelta volontaria (rimpatrio volontario) o, più frequentemente, come conseguenza di un provvedimento di espulsione (rimpatrio forzato).
    Il progetto interviene sui momenti più deboli della catena: la fase precedente al rimpatrio e quella immediatamente successiva all’arrivo in Nigeria.

    Interventi posti in essere in Europa: azioni di informazione e formazione fra il personale dei centri di trattenimento (CIE) e delle ambasciate per sensibilizzare alla condizione delle donne nigeriane trafficate e sviluppare una Rete stabile a livello internazionale fra NGO e Istituzioni coinvolte nel reinserimento delle donne rimpatriate condividendo una pratica rispettosa dei diritti umani. Interventi posti in essere in Nigeria: impulso alla Rete locale di ONG e collaborazione con la speciale Task Force Anti Trafficking istituita dal Governo Nigeriano, con lo scopo di migliorare la capacità organizzativa e di accoglienza per il rientro e la reintegrazione sociale delle vittime di tratta.