Pubblicazioni
  • "The third sector against pushed beggings- Final Manual" (progetto The third sector against pushed beggings crime project- THB HOME/2012/ISEC/AG/THB/4000003901).

  • Empowering girls in Residential Care- Hand book for professionals" (progetto Empowering girls in Residential Care -JUST/2012/DAP/AG/3078)

  • “Progetto Volver. Ricerche.” (Progetto Volver – 2010/FR/PROG-5425 – F.E.R., Fondo Europeo per i Rimpatri)

  • “Return and reception actions in the area of migration.” (Progetto Lend@Hand – JLS/2007/MMSIA/Return/025 – Commssione Europea, Direzione Generale Giustizia Libertà e Sicurezza)

  • “Dal sommerso all’inclusione socio-lavorativa delle donne vittime di tratta. Presentazione dei risultati.” (Progetto Emergendo – IT-S2-MDL-277 – finanziato attraverso l’iniziativa comunitaria Equal IIa fase e co-finanziato dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, Direzione Generale per le Politiche, l’Orientamento e la Formazione – 2007)

  • “Esperienze e buone prassi nella gestione dei rientri volontari e dei rimpatri forzati delle donne nigeriane vittime della tratta in Europa.” (Progetto Turnaround – JLS/2005/RETURN/026 – Commissione Europea, Direzione Generale Giustizia Libertà e Sicurezza)

  • “Un’iniziativa transnazionale sull’inclusione sociale e lavorativa di donne trafficate e di sex workers migranti.” (Progetto Gender Street – TCA1588 – accordo di cooperazione transnazionale stipulato nell’ambito dell’iniziativa comunitaria Equal – 2004)

Video

“My Nigerian Sisters”

Regia: Niccolò Bruna

Genere: documentario

Durata: 31'

Prodotto da: Associazione Tampep / Kinoetika (Progetto AlNiMa – partner: Coopi, CeSPI, SRF)

Anno di produzione: 2005

Trama: Rita, Rosemary e Joy tornano in Nigeria dopo un'esperienza in Europa che le ha portate sulla strada e infine al rimpatrio forzato nel 2005. A casa ritrovano una famiglia che le vuole ancora spingere a viaggiare, ma loro si rifiutano e decidono di aiutarsi diventando "sorelle".

“Verso casa”

Regia: Niccolò Bruna

Genere: documentario

Durata: 60'

Prodotto da: Associazione Tampep/Kinoetika (Progetto AlNiMa – partner: Coopi, CeSPI, SRF)

Anno di produzione: 2005

Trama: il film esplora l’intera parabola migratoria di uomini e donne ancora combattuti tra lo slancio a cercare un futuro migliore lontano dalla propria terra di origine e la coscienza di dover iniziare a casa propria un nuovo percorso di radicamento.

“Due”

Regia: Nicola Rondolino e Davide Tosco

Genere: promo

Durata: 8'

Prodotto da: due+una (Progetto PIC Equal Li.Fe – partner: Provincia di Torino, Città di Torino, Città di Moncalieri, Università degli Studi di Torino, Compagnia delle Opere, Associazione Tampep, Gruppo Abele, Casa di Carità Arti e Mestieri, Cicsene, Confcoperative, UPM, S&T)

Anno di produzione: 2005

Trama: due storie rappresentative ispirate a racocnti di vita di giovani donne che sono state vittime di tratta e che, insieme ai registi, operatori e operatrici, hanno lavorato alla stesura del prodotto.

“Libera Vita”

Regia: Tonino De Bernardi

Genere: promo

Durata: 13'

Prodotto da: Lontane Province Film

Anno di produzione: 2010

Trama: la vita di giovani migranti e il lavoro dell’Associazione Tampep. In sottofondo, la città che risente della crisi dell'industria. Dalle parole che vogliono – possono pronunciare, le giovani paiono senza passato, senza sogni, di certo li avevano, li hanno, ma non possono, non hanno il diritto di parlarne. Basta dirle sradicate? E chi sa di loro? E chi è disposto ad aiutarle?

Sostenuto da: Piemonte Doc Film Fund

"Ver-a"

Genere: documentario

Durata: 9,21'

Prodotto da: Regione Piemonte (Progetto Ver-a, Verso l'autonomia - partner: Casa di Carità Arti e Mestieri, Confcoperative Torino, Associazione Compagnia delle Opere, Coldiretti Torino, Associazione Tampep, Gruppo Abele, Gruppo Volontariato Vincenziano)

Anno di produzione: 2011

Trama: Il video presenta la testimonianza di alcune donne che, nell’ambito del progetto Ver-A, hanno seguito un percorso di formazione e di sostegno all’autonomia personale attraverso attività individuali, laboratori e attività in gruppo, sfociato in un tirocinio formativo. Per alcune di loro il tirocinio ha rappresentato l’inizio di una nuova vita.

"Joy"

Regia: Cristian Li Gregni e Giuseppe Piras

Genere: documentario

Durata: 23'

Prodotto da: Provincia di Torino (Progetto JOY - Job Opportunities for You - partner: Casa di Carità Arti e Mestieri, Confcoperative Torino, Associazione Compagnia delle Opere, Coldiretti Torino, Associazione Tampep, Gruppo Abele, S.&T. soc. coop., Ufficio per la Pastorale dei Migranti Curia Arcidiocesana)

Anno di produzione: 2006

Trama: interviste a due giovani donne vittime di tratta che, grazie al programma di assistenza e integrazione sociale previsto dall'art. 18 d.lgs 286/98 ed alle attività realizzate nell'ambito del progetto Joy, hanno avuto l'opportunità di sottrarsi allo sfruttamento e di intraprendere un percorso di formazione professionale e di inserimento lavorativo.

“Sesso malato”

Regia: Renato Pugina

Genere: documentario

Durata: 35’

Prodotto da: RSI Falò

Anno di produzione: 2011

Trama:

Sembravano scomparse, invece le malattie sessualmente trasmissibili stanno tornando. Autorevoli istituti medici internazionali parlano addirittura di un raddoppio in pochi anni. Ne farebbero le spese i giovani e soprattutto le ragazze. Perché? Come si spiega questa recrudescenza delle malattie sessuali? Cosa si sta facendo per farvi fronte?

In un’inchiesta tra Italia, Svizzera e Ucraina, Falò ha affrontato questa tematica raccogliendo la testimonianza di malati, di professioniste del sesso, di medici, e seguendo sulle strade il lavoro di associazioni che ogni notte fanno prevenzione sanitaria a prostitute e clienti, distribuendo preservativi e materiale informativo. Un’inchiesta senza tabù che apre gli occhi sul lato oscuro del sesso che nessuno vorrebbe vedere.

“Il lavoro dell'Associazione Tampep. La mediazione culturale nigeriana - Jennifer”

Regia: Serena Medici

Genere: clip

Durata: 02,05

Anno di produzione: 2021

Trama:

Per il ventannale di Tampep apriamo le porte dell'associazione per farvi conoscere più da vicino il nostro lavoro quotidiano. 

Apre questa rubrica Jennifer, la nostra mediatrice culturale nigeriana, che ci parla di che cos'è la mediazione interculturale e cosa significa mediare tra due persone, due culture diverse.

Dalle sue parole impariamo che lə mediatorə sta nel mezzo, si situa in quel vuoto di comprensione tra te e l'altrə. Lə mediatorə non è un nemico, ma c'è per aiutarti a comprendere e ad esprimerti in un mondo diverso.

Il video è in inglese poiché è rivolto e dedicato alla comunità nigeriana a Torino.

“Il lavoro dell'Associazione Tampep. La mediazione culturale albanese - Jonida”

Regia: Serena Medici

Genere: clip

Durata: 01,30

Anno di produzione: 2021

Trama:

Per il ventannale dell'Associazione Tampep riapriamo le porte dell'associazione per farvi conoscere la nostra mediatrice culturale albanese, Jonida, che ci parla del suo lavoro e del ruolo della mediazione.

Jonida opera sul servizio di bassa soglia tramite il contatto in strada e lo sportello, orientando ai servizi socio-sanitari del territorio le persone vulnerabili e migranti. Tramite le sportello vengono fornite anche informazioni sulla salute sessuale, sulla prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili e il corretto uso dei contraccettivi.

Jonida ci racconta quanto, dato il fenomeno della globalizzazione che con i flussi migratori ha trasformato la società italiana, la figura dellə mediatorə in questi anni sia divenuta fondamentale, soprattutto dove ci sono barriere linguistiche e culturali.